Rébecca Chaillon Parigi, Francia

The cake

Parigi, Francia

Ogni anno che passa viene celebrato con una torta di compleanno: è un momento importante, una festa collettiva. In questa performance, Rébecca Chaillon diventa la torta stessa, ingerisce le materie prime così come le parole, lasciandosi divorare dal pubblico. Tutto inizia dalla fascinazione dell’artista per il cibo: “Il cibo per me è qualcosa di molto intimo. Qualcosa con cui entro in contatto ogni giorno” – scrive. “Quali prodotti compro? Come li trasformo? Come affronto la bulimia o l’iperfagia? Il cibo per me è colori, odori, sensazioni tattili. Ma il cibo è anche una questione di ricchezza, classe sociale, genere. Quindi tutto per me è collegato al cibo e si riduce a chi mangia cosa e a chi mangia chi. In poche parole passiamo così dal cibo alla dominazione, e la dominazione è uno dei temi chiave della mia ricerca. Penso che se non fossi una performer, sarei una macellaia.”

Bio

Originaria della Martinica, Rébecca Chaillon è coinvolta nelle attività di collettivi femministi, queer e antirazzisti. Nelle sue pratiche artistiche crea spazio per l’emancipazione personale, decostruisce ipotesi, mescola e sovrappone identità, agendo contro la discriminazione delle minoranze e delle popolazioni post-coloniali nel settore artistico francese. Dal 2005 al 2017 lavora nella compagnia teatrale Entrées de jeu diretta da ́Bernard Grosjean e fonda, nel 2006, la compagnia Dans le Ventre. Scrive per il teatro e per il cinema, realizzando performance, cortometraggi e documentari. Dal 2020 è artista associata al Théâtre de la Manufacture di Nancy.

Indirizzo

via Andrea Costa - Parco Baden Powell, Santarcangelo

Info

Credits

di e con Rébecca Chaillon
produzione Compagnie Dans le Ventre

© Franck Martinez