Muta Imago / Italia

Sonora Desert

14 luglio18.30; 20.00; 21.30; 23.00
15 luglio18.30; 20.00; 21.30; 23.00
16 luglio18.30; 20.00; 23.00
17 luglio18.30; 20.00; 21.30; 23.00

Deserto: spazio assoluto, vuoto di senso, assenza di socialità e di relazioni, contro il proliferare dei segni, contro l’ansia di essere e di apparire.
Jean Baudrillard, America

Sonora Desert è un viaggio immaginario, un’esperienza percettiva – tra installazione, concerto e performance sonora – che invita i visitatori ad esplorare una dimensione liminale del sé, muovendosi tra ricordi personali, memoria inconscia e immagini archetipiche, in dialogo con le musiche appositamente composte da Alvin Curran. Un dispositivo installativo che indaga il rapporto tra percezione e stati di coscienza, ispirato a un viaggio compiuto nel Deserto di Sonora, uno dei più vasti d’America, al confine tra l’Arizona e il Messico. A partire dalle pagine del diario di viaggio attraverso questo luogo mitico, Sonora Desert si configura come un esercizio sulla distanza e sul desiderio. Un esperimento il cui contenuto non è definitivo: assume forma e significati diversi per ognuno. Non c’è niente da vedere, perché ogni cosa accade nella mente dello spettatore.

BIO
Muta Imago nasce a Roma nel 2006. È guidata da Claudia Sorace, regista, e Riccardo Fazi, drammaturgo e sound designer. Alla continua ricerca di forme e storie che mettano in relazione la sfera dell’immaginazione con quella della realtà presente, indaga il rapporto tra l’essere umano e il suo tempo. I suoi spettacoli sono da anni ospitati e co-prodotti dai più importanti festival nazionali e internazionali.

Biglietto acquistabile dal 17 giugno al Box Office in Piazza Ganganelli.

Durata: 45 minuti.

Lo spettacolo è sconsigliato a persone che soffrono di epilessia e cardiopatia, a causa dell'utilizzo di luci stroboscopiche e suoni molto forti.

Tutta l'attrezzatura utilizzata, con cui il pubblico entrerà in contatto durante lo spettacolo, verrà sanificata al termine di ogni replica.

regia, luci, scene Claudia Sorace / testi, ricerche e drammaturgia sonora Riccardo Fazi / musiche originali Alvin Curran / direzione tecnica, realizzazione scene e luci Maria Elena Fusacchia / assistenza alla direzione tecnica Simona Gallo, Camila Chiozza / guide Chiara Caimmi, Francesco di Stefano / organizzazione Martina Merico / cura Ilaria Mancia / da un’idea di Glen Blackhall, Riccardo Fazi, Claudia Sorace / produzione Muta Imago / coproduzione Teatro di Roma, Fondazione I Teatri Festival Aperto di Reggio Emilia / con il sostegno di Azienda Speciale Palaexpo, Mibact.