Vashish Soobah Milano, Italia

Perle sparse – Perles fanné par tous

Milano, Italia
12 luglio 18:00, 19:30 e 21:00
13 luglio 18:30, 20:00 e 21:30
14 luglio 18:00, 19:30 e 21:00
12 luglio 18:00, 19:30 e 21:00
13 luglio 18:30, 20:00 e 21:30
14 luglio 18:00, 19:30 e 21:00
oggetti fermi sul letto di un fiume

Siamo una collana di perle che è stata recisa; le perle sono rimbalzate da tutte le parti. — Cristina Ali Farah

“Perle Sparse” è un’installazione attorno al tema del viaggio, del ritorno al proprio paese di origine. Un viaggio da Mauritius all’Europa e dall’Europa a Mauritius; una mappa geografica multimediale e immaginaria, un percorso narrativo e sensoriale tra i ricordi, una riflessione su cosa si porta con sé quando si migra, in cui l’elemento fondamentale è l’acqua, associata al movimento della diaspora. Vashish Soobah è nato a Catania nel 1994 da genitori mauriziani. Del suo paese di origine conserva un’immagine: un immenso campo di canna da zucchero che si apre di fronte alla casa di sua nonna. Le piantagioni rimandano al contesto violento della società schiavista che ha imprigionato Mauritius per secoli, ma anche alla genesi di un vero legante della diaspora: la musica séga. Come un bagaglio immateriale, la madre e il padre di Vashish portarono in Italia quei canti, protagonisti di rituali religiosi insieme all’acqua: il mare, che per la cultura induista rappresenta una divinità; il fiume, dove le famiglie s’incontravano per lavare i panni, un luogo di ritrovo e di comunità.

Bio

Vashish Soobah è un artista visivo, filmmaker e documentarista nato in Sicilia, cresciuto in Brianza e attualmente di base a Milano. Laureato in Media Design e Arti Multimediali, ha ottenuto un Master in Moving Image & Artist’s Film presso Goldsmiths, University of London. Nei suoi lavori parte sempre dalla sua condizione di in-between, in mezzo tra due culture, quella italiana e quella mauriziana. Oltre ai linguaggi legati all’immagine in movimento, nutre un profondo interesse per la sperimentazione musicale, la fotografia, la serigrafia. I suoi lavori sono stati esposti al MA*GA di Gallarate, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo Guarene, Almanac Inn di Torino, Marsel a Milano, spazio Oberdan. In occasione del 28° FESCAAAL ha presentato il documentario “Nanì”.

Indirizzo

Info

Credits

un progetto di Vashish Soobah
supporto drammaturgico Muna Mussie
in dialogo con Michelle Moura, Ntando Cele, Julian Hetzel, Alex Baczyński-Jenkins, Ayesha Hameed

progetto sostenuto da FONDO Network per la creatività emergente sviluppato da Santarcangelo Festival con AMAT Associazione Marchigiana Attività Teatrali, Centrale Fies, Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale, Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee, Fondazione I Teatri – Reggio Emilia, Fuorimargine / Centro di produzione della danza in Sardegna, L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino / Centro di Residenza Emilia-Romagna, Lavanderia a Vapore / Fondazione Piemonte dal Vivo, OperaEstate Festival Veneto / CSC Centro per la Scena Contemporanea, Ravenna Teatro, SCARTI Centro di Produzione Teatrale d’Innovazione della Liguria, Teatro Pubblico Campano, Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura, Teatro Stabile dell’Umbria, Triennale Milano Teatro