Societas. Romeo Castellucci / Italia

Il Terzo Reich

15 luglio21.30
15 luglio23.00
16 luglio22.00

Il linguaggio può essere strumento violento e totalitario: Il Terzo Reich è l’immagine di una comunicazione inculcata e obbligatoria, dove la parola esaurisce interi ambiti di realtà, là dove i nomi appaiono uguali nella loro serialità meccanica. Una sequenza della totalità dei sostantivi del vocabolario italiano viene proiettata su un mega schermo. Un nome dopo l’altro, a velocità crescente, fino a che la capacità retinica e mnemonica di trattenere una parola che appare nel baleno di un ventesimo di secondo inizia a vacillare. Il frenetico susseguirsi dei vocaboli fa sì che alcuni di essi rimangano impressi nella corteccia visiva; altri – la maggioranza – andranno persi. Lo spettatore, esposto a questo trattamento, subisce la parola umana sotto l’aspetto della quantità. Non il cosa, ma il quanto. Il nucleo del linguaggio ritorna al rumore bianco, che riporta al caos.

BIO
Regista, creatore di scene, luci e costumi, Romeo Castellucci è conosciuto in tutto il mondo per aver dato vita a un teatro fondato sulla totalità delle arti e rivolto a una percezione integrale dell’opera. Le sue messe in scena sono regolarmente invitate e prodotte dai più prestigiosi teatri internazionali, festival e teatri d’Opera, in oltre sessanta Paesi. È stato direttore della sezione Teatro alla Biennale di Venezia, Artiste Associé al Festival di Avignone ed è attualmente Grand Invité alla Triennale di Milano.

  • NELLOSPAZIO
    via Costa - Parco Baden Powell

Durata: 50 minuti.

Lo spettacolo è sconsigliato a persone che soffrono di epilessia e cardiopatia, a causa dell'utilizzo di luci stroboscopiche e suoni molto forti.

installazione di Romeo Castellucci / suoni Scott Gibbons / coreografia e interpretazione Gloria Dorliguzzo / realizzazione video Luca Mattei / consulenza informatica Alessandro Colla / produzione Societas / © SRS.