Azdora / Santarcangelo, Italia

Azdora’s Temple: greetings to Eva Britt Niemi

dal 05 al 14 luglio18.00-22.00

“Ascolta: tu non sei tu, sei una folla di altro, una nave che fa acqua da tutte le parti. Hai speso tanti momenti della tua vita come quella di qualcun altro; gente morta tempo fa, gente che non ha mai vissuto, stranieri che non hai mai incrociato. L’Io che ci raccontano sempre è fatto di contenimento ordinato, un carattere tipico del romanzo realista; nessuna porosità, i nostri momenti di veglia, i percorsi perduti, i sogni strani, le cose dimenticate e quelle ricordate male, i pezzi di vita vissuta attraverso le parole degli altri, l’incoerenza e la nostra inconsistenza, il tempio degli dei ex-machina e la compagnia dei fantasmi. Ci sono altri modi di raccontare.”

Rebecca Solnit, The Faraway Nearby
Traduzione di Maddalena Fragnito

In dialetto romagnolo la parola azdora significa “colei che governa”, la padrona di casa. L’azdora ha un ruolo femminile centrale, dotato di grande autorità ma non le è mai permesso di esprimere sentimenti distruttivi.
All’inizio del 2015, su invito di Silvia Bottiroli, l’artista svedese Markus Öhrn ha iniziato a collaborare con un gruppo di azdore di Santarcangelo. Durante questi anni hanno tatuato il pubblico, distrutto elettrodomestici con i loro rituali, fondato una band metal noise e pubblicato un LP, smembrato Babbo Natale, partecipato a diverse tournée, causando il caos ovunque andassero. Sono diventate eroine dotate di superpoteri, trasgressive e capaci di fare danni.
In questa edizione siete invitati a trascorrere un momento di solitudine e riflessione in una piccola cappella costruita in onore di Eva Britt Niemi, la nonna lappone di Markus, custodita dalle azdore. Un omaggio a Eva e un processo di sovversione del loro ruolo culturale.
Nell’agosto 2019, il gruppo di donne viaggerà da Santarcangelo alla Lapponia, eseguendo un ultimo rituale sulla tomba di Eva Britt Niemi nell’anniversario della sua morte.

evento gratuito
  • Scuola Elementare Pascucci
    piazza Ganganelli, 25

il pubblico è chiamato a partecipare al rituale visitando la cappella a Santarcangelo, dal 5 al 14 luglio
per l’intera durata dell’installazione, sei libero di entrare quando preferisci e restare per quanto desideri
per uno spettatore alla volta

con Eva Britt Niemi
a cura di Martina Bianchi, Barbara Bugli, Susanna Calandrini, Paola Carlini, Daniela Ceccarelli De Nicola, Maria Teresa Gnoli, Viviana Gnoli, Susan Theresa McKelvie, Giuliana Pagliarani, Maria Teresa Polverelli, Monica Polverelli, Felicia Roca, Iliana Rossi, Alida Santini, Vilma Zaghini