PS: Presente sostenibile

PS: Presente Sostenibile è un insieme di pratiche diffuse ideate per contenere l’impronta dell’evento, incidendo positivamente sull’ambiente, sul tessuto economico e sulle reti sociali. Sono modalità adottate non solo dalla nostra associazione, ma costantemente incentivate fra i nostri stakeholder, per offrire alternative meno impattanti e rispettose dell’ambiente.

Un’iniziativa promossa dal Festival e condivisa anche dai partner che, a diverso titolo, collaborano e contribuiscono alla sua realizzazione.

Perché un festival si occupa anche di sostenibilità?
Perché non ci stiamo impegnando tutti per la sostenibilità? – È la domanda retorica che dà forma alla nostra risposta. Ogni persona, ogni visitatore, ogni fornitore è responsabile dell’impronta tracciata da ogni sua singola azione; a maggior ragione lo è un evento come Santarcangelo Festival che mette in contatto una moltitudine di soggetti diversi.

Dal 2012 ci impegniamo a ridurre il nostro impatto sull’ambiente e sulla società incentivando buone pratiche, ancora considerate extra-ordinarie, affinché divengano sempre più abitudini comuni e quotidiane. Se così non facessimo, che “Futuro Fantastico” potremmo raccontarvi?


BICICLO
Al Festival, ogni mattina, un lavoratore e uno spettatore si svegliano, consapevoli che l’ubiquità è un accessorio intramontabile per ogni evento che si rispetti.
Mantra Festivaliero

L’internazionalità degli artisti vincola gli organizzatori di un Festival all’utilizzo di aerei, navi, treni. Grazie a partner storici come Shuttle Italy Airport o Start Romagna, abbiamo incentivato i nostri ospiti alla condivisione dei mezzi di trasporto. Ma una volta arrivati nella piccola Santarcangelo, non ci sono più scuse per utilizzare gli automezzi.

Per questo motivo, dal 2013 mettiamo a disposizione del nostro staff e degli artisti le biciclette ricondizionate tramite Biciclo, progetto di recupero di cicli ormai in disuso, che ripariamo e usiamo durante le nostre attività. In questo modo allunghiamo la loro vita e le rendiamo fruibili, edizione dopo edizione.

In collaborazione con il Comune di Santarcangelo, trovi due biciclette a noleggio presso l’ufficio IAT. Noi dobbiamo sfrecciare sugli spazi spettacolo, ma tu puoi sfrecciare fino al mare seguendo le piste ciclabili che trovi qui e qui.


“FACCIAMO ACQUA DA TUTTE LE PARTI”
I Festival sono impegnativi, soprattutto se creati sotto il sole cocente dell’estate. Le bottigliette di PET stipate nei frigoriferi non sono però la nostra risposta. In piazza Ganganelli e presso i punti ristoro troverai sempre acqua refrigerata gratuita erogata dalla rete comunale a diposizione dei visitatori, così come nelle altre casette dell’acqua cittadine. A questo link trovi l’erogatore più vicino a te.

Dal 2012 incrementiamo i punti erogazione, fornendo a tutti un’alternativa al PET con bottiglie di vetro sugli spazi prove e borracce di qualità per il pubblico. La stessa ottima qualità dell’acqua che puoi verificare tu stesso, grazie all’Acquologo creato dal nostro Main Partner Hera [scarica l’app].

PS: Sapevi che acquistando le nostre borracce termiche doni parte del ricavato alla Scuola Elementare Pascucci? Le puoi acquistare presso il nostro punto vendita della manifestazione!

  


RISORSE, NON RIFUTI
Dal 2012 ci impegniamo a riutilizzare ogni materiale possibile, a partire dalla cucina delle nostre azdore. Nei punti ristoro cerchiamo di azzerare l’utilizzo di prodotti usa e getta scegliendo dove possibile piatti, bicchieri e posate durevoli. In alternativa, ci siamo convertiti al Mater B compostabile per permetterti di gustare le nostre proposte Food & Beverage senza rinunciare all’impegno ecologico.

Per ridurre l’impatto ambientale anche sugli spazi spettacolo, puoi presentarti all’ingresso con il biglietto elettronico, non prima di aver controllato il programma online dell’edizione. Se invece sei un romantico del cartaceo o un collezionista di ricordi, non temere: tutti i nostri materiali editoriali sono stampati su carta certificata FSC.

Essere sostenibili richiede un impegno su tutta la filiera. Consapevoli di questo, intensifichiamo annualmente la raccolta differenziata durante le giornate di manifestazione creando nuovi punti in cui trasformare i rifiuti in risorse future. Carta, vetro o secco? Chiedi al Rifiutologo [scarica l’app]