ESCAPTURA

Simone Pellegrini

a cura di Arianna Bargellini per Atlantide
esposizione organizzata da Atlantide e Sillaba per Villa Torlonia Arte
con il patrocinio del Comune di San Mauro Pascoli

ESCAPE-cattura. Da un gioco barocco prende nome il lavoro di Simone Pellegrini esposto a Villa Torlonia – Parco Poesia Pascoli dal 9 luglio al 4 settembre. Un pensiero che morde se stesso, che non mette radici ma penetra in orizzontale, inseguendo le linee di fuga di brodi primordiali e turbolenze molecolari. Carte, terre, impressioni all’olio e un limbo di matrici cadute lavorano nel dispensario di Pellegrini. Il suo atlante delle nuvole inscena vigorose solitudini e mirabili visioni, selve oscure e affamanti incontri di Diana e Atteone.

Villa Torlonia – Parco Poesia Pascoli, San Mauro Pascoli.
Apertura dal 9 luglio al 4 settembre, da martedì a domenica, ore 9:30—12:30 e 16:00—19:00 (18:00—21:00 in occasione degli spettacoli della rassegna Revèrso).
Ingresso gratuito.

Sabato 16 luglio, ore 18:30: Simone Pellegrini in dialogo con Michele Pascarella.

BIO
Simone Pellegrini nasce ad Ancona nel 1972. Vive e lavora a Bologna, dove insegna Pittura all’Accademia di Belle Arti. Nel 2003 con la personale Rovi da far calce inaugura una lunga stagione di mostre in Italia e all’estero. È rappresentato dalla Galerie Gugging di Vienna e dalla Cavin-Morris Gallery di NewYork che nel 2022 ha ospitato la sua recente personale Turning Point.